Donazione Maria Antonietta Di Marzio Gaist a Casa Saraceni

Brentana Dionigi tiranno

Dionigi tiranno di Siracusa che si fa accorciare la barba dalle figlie con tizzoni ardenti, Simone Brentana

Si deve alla sensibilità e alla generosità della dott.ssa Maria Antonietta Di Marzio Gaist l’ultima importante donazione alla Fondazione Carisbo (2013), pervenuta per onorare la memoria del prof. Quirino Di Marzio, luminare dell’oftalmologia, che fu per lunghi anni direttore della Clinica oculistica dell’Università di Bologna.

Tra i dipinti spicca la bella copia a grandezza naturale, forse appartenuta al cardinale Alessandro d’Este nei primi anni del Seicento, dell’Allegoria dell’Occasione e della Penitenza di Girolamo da Carpi; ma non meno interessanti sono l’intensa tela del tenebroso Johann Carl Loth con Tobia che risana il padre Tobit dalla cecità, il grande dipinto luminoso di Simone Brentana con Dionigi di Siracusa che si fa accorciare la barba dalle figlie con tizzoni adenti e i due paesaggi con storie bibliche di Giuseppe Zola.

La donazione è oggi esposta a Casa Saraceni in occasione della mostra Antico e Moderno. Dal Trecento all’Ottocento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.