Conoscere la Musica a Santa Cristina

conoscere_la_musica
L’Associazione musicale Conoscere la Musica nasce quasi quaranta anni fa da un’idea di Mario Pellegrini, allora responsabile del Comune di Bologna per la Cultura musicale. Gli ideali associati alla nascita erano quelli che ancora oggi sono le regole statutarie dell’Associazione che porta questo nome. In primis, la valorizzazione dei giovani talenti vincitori di prestigiosi concorsi internazionali, poi una particolare attenzione, nel confezionare le rassegne concertistiche, ai musicisti italiani ed anche a quello che accade nella nostra città.
Per non essere però, un contenitore provinciale, si aggiunge un sapiente equilibrio con artisti di chiara fama, che configurano i nostri concerti, non solo come un forum di giovani, ma come una vera stagione concertistica.
Questi principi fondanti sono diventati statutari, quando nel 1995 è nata l’Associazione Conoscere la Musica nel ricordo di Mario Pellegrini, purtroppo prematuramente scomparso,

Oggi con la partecipazione alla VIII rassegna concertistica di Santa Cristina, i principi che ci hanno ispirato sono i medesimi. I giovani concertisti vincitori di concorsi internazionali sono il chirarrista Emanuele Buono, il pianista Vincenzo Maltempo ed il Trio Eclettica. Poi due violinisti italiani, ma di respiro internazionale, Grazia Raimondi e Luca Fanfoni.
Due fra i più celebri pianisti italiani nel mondo Paolo Restani e Benedetto Lupo ed infine una trio con splendidi musicisti quali Kolja Lessing, Ives Savary e Pierpaolo Maurizzi.

Il direttore artistico
M° Alberto Martelli

Paolo Restani

Paolo Restani

Il primo concerto della stagione 2014-15 di Santa Cristina, organizzato da Conoscere la Musica, vede protagonista Paolo Restani, uno dei più celebri painisti italiani che ha dato prova del proprio talento dalla più tenera età. Dopo aver tenuto il suo primo recital a 12 anni, nel 1984, sedicenne, viene invitato dal grande direttore artistico Francesco Siciliani a debuttare all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma dove ottiene un successo straordinario, testimoniato dalla critica più autorevole: E’ destinato a inserirsi fin d’ora nella grande tradizione pianistica del nostro paese (Alfredo Gasponi, Il Messaggero), A Santa Cecilia è nata una stella (Mya Tannenbaum, Corriere della Sera), Sedici anni ma non gli credete: Paolo Restani, che ha fatto la sua apparizione l’altra sera all’Accademia di Santa Cecilia, è addirittura scioccante (Ivana Musani, Paese Sera).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.