Bologna e la tradizione culinaria: dalla settimana della cucina a FICO

settimana della cucina_19-27-1935

Nell’ambito della Fiera di Bologna, che si svolgeva al Littoriale (Stadio comunale) dal 12 al 27 maggio 1935 si tenne la settimana della cucina (giorni 19-27).
Le tradizioni culinarie di Bologna non avevano certo bisogno di particolari apprezzamenti perché i prodotti eccellenti di una terra particolarmente favorita dalla natura erano ampiamente noti, così come l’abilità e l’inventiva dei cuochi bolognesi.
Tuttavia e senza dubbio, l’iniziativa ebbe vasta risonanza.
Come ricorda Athos Vianelli nel suo volume Bologna tradizionale (1978), nell’agosto di due anni dopo il giornalista Gwelmer Fougner dichiarò su The Sun di New York che Bologna poteva essere considerata la patria della buona cucina.

Il prossimo anno a Milano si terrà la nuova edizione dell’EXPO, tutta incentrata sul cibo; a Bologna è in progetto FICO (Fabbrica Italiana Contadina) da un’idea di Andrea Segrè e con la partecipazione di Oscar Farinetti. Si può quindi dire che la vocazione bolognese non è smentita e la città sarà protagonista della celebrazione della bellezza e della bontà dell’agro-alimentare italiano attraverso la creazione di una struttura “spalmata” su 80.000 mq. che ha l’obiettivo di diventare un punto di riferimento museale, didattico e culturale per un pubblico sempre più vasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.